La Prima della Prima alla Scala

Appuntamento a mercoledì 30 novembre e giovedì 1 dicembre alle ore 21 con La Prima della Prima alla Scala dello Spazio Teatro No’hma, il primo degli eventi milanesi che anticiperanno il prestigioso debutto del cartellone scaligero.

Una lunga tradizione lega ormai No’hma al Teatro alla Scala. Una tradizione che si rinnova tutti gli anni in occasione dell’attesa Prima al Piermarini, appuntamento in cartellone tra i più amati e attesi dai milanesi, e non solo. Con la sua consueta e apprezzata Prima della Prima alla Scala, da anni No’hma dedica una speciale doppia serata alla rinomata première del 7 dicembre e ai grandi artisti che gravitano e hanno gravitato attorno al famoso teatro meneghino.

Appassionati d’opera, neofiti, semplici curiosi: la Prima di No’hma si rivolge a un pubblico eterogeneo. Anche quest’anno a condurre sarà lo scrittore e giornalista Stefano Jacini, che con garbo ed eleganza mescolerà aneddoti e divulgazione, tra riferimenti al Boris Godunov di Musorgskij e rimandi all’opera di Puškin. Senza far mancare, nemmeno questa volta, i colpi di scena; come nel corso della passata edizione, quando erano intervenuti a sorpresa il regista Davide Livermore e il Maestro Riccardo Chailly – che dirige ancora una volta la Prima, per la regia del danese Kasper Holten – per regalare al pubblico qualche inaspettata anticipazione sull’allestimento del Macbethe alcune personali considerazioni sull’opera verdiana.

Il Teatro di via Orcagna apre così il calendario di eventi previsti per la Prima Diffusa, offrendo ancora una volta uno spazio di approfondimento interessante e appassionante, con ospiti inediti e momenti performativi.L’approfondimento dell’opera russa sarà infatti arricchito da alcuni interventi dell’attore e doppiatore Claudio Moneta e dal Maestro Nelson Calzi, Maestro pianista collaboratore presso la Scala.

La Prima della Prima alla Scala è un evento che conferma la natura dello sguardo di No’hma: aperto sul futuro, ma mai chiuso rispetto al patrimonio culturale della tradizione. Quello di via Orcagna è un palcoscenico in grado di raggiungere gli angoli più remoti del mondo, ma sempre attento e curioso nei confronti della realtà teatrale più vicina, a partire da quella meneghina.

 

 

 

 

 

 

Movida tag: , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, fonder di Studio Lovatelli, è una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo, Capital, Radio Number One, Giornale Radio, La 7 e altri media, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. E' autrice SIAE per la musica e la tv. E' direttrice di Vanityclass, Invextra Magazine e Milanodabere. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collaborato con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *