AMANI di Livia Canalis

Influencer tra le più in voga del momento e designer di gioielli, Livia Canalis ha creato un nuovo progetto, AMANI.

“Sono una viaggiatrice sfegatata, un’incurabile curiosa alla costante ricerca di nuove ispirazioni e stimoli, e aver viaggiato tanto in questi ultimi anni sicuramente è stato fondamentale per lo sviluppo e la creazione dell’idea di AMÀNI”-dice Livia Canalis-“sono sempre stata appassionata ed affascinata dal mondo della cura della persona e del benessere, della prevenzione di malattie e disturbi attraverso tecniche sempre più innovative e all’avanguardia, non tradizionali.

In ogni città nuova che visitavo mi informavo su quali fossero i migliori servizi e andavo subito a provarli; ho studiato la materia e approfondito ogni dettaglio ricercando sempre la cosa particolare che secondo me mancava nella mia città, Milano. Volevo offrire qualcosa di nuovo, progressista, unico, l’eccellenza del settore.
Ho sempre saputo dentro di me che avrei fatto qualcosa che avrebbe aiutato le persone e migliorato possibilmente la qualità delle loro vite, questo è quello che mi piace fare, che è poi lo scopo principale della mia attività.
Quindi da tutti questi viaggi, esperienze, continue ricerche e indagini di mercato è nato il concept tutto nuovo di “AMÀNI”.
Qual è la mission della tua azienda?

“L’obiettivo è quello di offrire un’insieme di servizi rivoluzionari, di ultima generazione, ma soprattutto personalizzati, strutturati quindi ad hoc e “cuciti” addosso alle persone. È quello su cui puntiamo, sarà quella la nostra forza: la personalizzazione del trattamento, studiato in base alle singole esigenze, non una cosa standard, ma offrire un’esperienza completa, totale che dia risultati effettivi. Siamo tutti diversi e abbiamo tutti bisogni e caratteristiche diversi, è impossibile pensare che una cosa “funzioni” su tutti allo stesso modo!”

Sei una donna in carriera e una delle influencer più in voga del momento. Come riesci a combinare queste due attività?

“Confesso che non è facile.. io mi ripeto sempre “se fosse facile lo farebbero tutti!”, e in effetti è così; solo quando cominciano ad arrivare le difficoltà e gli ostacoli allora significa che si è sulla strada giusta. Lo stress è inevitabile, si accumulano gli impegni e spesso mi sento sovraccarica di lavoro. Io consiglio di trovare il modo migliore di gestirlo e “buttarlo fuori”-per ognuno di noi in modo diverso chiaramente.

Io vado in palestra e mi alleno per un’ora, faccio kickboxing e mi aiuta tanto, come anche meditare, suonare il pianoforte, o guardare un film, tutte ottime terapie anti-stress!”

Lei ricoprirà un ruolo di primo piano nell’azienda Amàni, cosa significa essere una donna imprenditrice?

“Equivale a fare tanti sacrifici e lavorare sodo! Deve essere anche una passione e bisogna esserci portati, ma mi dà tanta carica pensare anche al fatto che so di ispirare tante ragazze giovani come me, che magari hanno un’idea o un sogno ma pensano di non potercela fare. Mi piace pensare di essere un esempio positivo per tutte.
Detto ciò, AMÀNI è come il mio gioiellino, nato da una mia idea e intuizione tanti anni fa; sono stata presente e parte attiva in ogni decisione, dalla più piccola alla più importante. Ho scelto il team di ristrutturazione e lavori che già conoscevo, ho studiato insieme al mio architetto tutto il progetto e mi sono occupata degli interiors e di tutti gli arredi personalmente, ricercando i materiali e le forme che potessero trasmettere l’anima semplice, elegante e cool di Amàni. Tra l’altro aver seguito tutto così da vicino mi ha fatto appassionare ancora di più al design, che come vedrete avrà un ruolo predominante all’interno del progetto. Vorrei svelare di più ma allo stesso tempo voglio che rimanga una sorpresa, quindi non dico di più!!
Dato che è un progetto a cui tengo molto, sarò presente tutti i giorni al lavoro e affiancherò il mio team h24”

Se dovessi decidere di dedicarti ad un solo ambito, quale sceglieresti?

“Sono un’imprenditrice trasversale, mi reputo una persona creativa e con tante idee e passioni; mi piace date vita ad un progetto, seguirlo e vederlo crescere, e poi magari dedicarmi a qualcosa nuovo. Diciamo che seguo il mio istinto e cerco sempre nuovi stimoli. In particolare l’idea del brand di gioielli è nata per gioco, durante il covid, due anni fa, poi mi sono appassionata ed è diventato a tutti gli effetti un business.
AMÀNI è un progetto più grande e strutturato su cui lavoro da quasi 4 anni, sono due cose diverse ma sicuramente il comune denominatore è la passione.
Non saprei scegliere tra i due!”

Quando è prevista l’apertura di AMÀNI e dove?

“Speriamo di riuscire ad aprire entro Maggio! Mi faccio questo regalo di compleanno, ci vediamo in via Vivaio , a Milano!”

Movida tag: , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, fonder di Studio Lovatelli, è una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo, Capital, Radio Number One, Giornale Radio, La 7 e altri media, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. E' autrice SIAE per la musica e la tv. E' direttrice di Vanityclass, Invextra Magazine e Milanodabere. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collaborato con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *