La storia di Alessandro Brovelli: “Per avere successo basta crederci”

 

Alessandro Brovelli, pur essendo giovanissimo, è un grande esperto nel mondo degli investimenti. E’ nato in Lombardia e ad appena 16 anni è arrivato nel mondo degli investimenti online con scarsi risultati.

Si è formato all’estero, andando via dall’Italia. Il suo formatore, mentore per eccellenza, gli ha dato tantissimi consigli utili nel mondo degli investimenti. Parliamo del mercato più liquido al mondo, il mercato del Forex.
Grazie a questo mercato Alessandro è letteralmente esploso cambiando la sua vita
negli ultimi 3 anni, da quando conobbe il suo mentore.

Alessandro, hai deciso di abbandonare la scuole in quinta superiore. Come mai?
“Non riuscivo a mantenere costanza sui miei risultati, dovevo decidere tra un futuro
normale oppure un futuro scelto da me, ho scelto la seconda ed ho mollato la scuola”.

Non hai preso il diploma ed hai deciso di partire in giro per il mondo, la tua vita ha avuto svolta non poco importante per Alessandro.
“Devo ringraziare il mio mentore, l’unica persona che mi ha capito fino in fondo e mi
ha fatto fare questa pazzia”. Continua a leggere

La storia di Alessandro Brovelli: “Per avere successo basta crederci”

Alessandro Brovelli, pur essendo giovanissimo, è un grande esperto nel mondo degli investimenti. E’ nato in Lombardia e ad appena 16 anni è arrivato nel mondo degli investimenti online con scarsi risultati.

Si è formato all’estero, andando via dall’Italia. Il suo formatore, mentore per eccellenza, gli ha dato tantissimi consigli utili nel mondo degli investimenti. Parliamo del mercato più liquido al mondo, il mercato del Forex.
Grazie a questo mercato Alessandro è letteralmente esploso cambiando la sua vita
negli ultimi 3 anni, da quando conobbe il suo mentore.

Alessandro, hai deciso di abbandonare la scuole in quinta superiore. Come mai?
“Non riuscivo a mantenere costanza sui miei risultati, dovevo decidere tra un futuro
normale oppure un futuro scelto da me, ho scelto la seconda ed ho mollato la scuola”. Continua a leggere