Weekend e Capodanno con Royal Management, Mitch B. o 4EverCats? 

 
 
L’atmosfera rilassante delle feste sta pian piano, facendoci rilassare… e allora, perché non rilassarsi con gli amici? Iniziamo a parlare di Capodanno. Quello di Qi Clubbing, ad Erbusco, è al Nord senz’altro uno degli appuntamenti da non perdere. Si parte con una cena di qualità, esclusivi Show da godere durante la cena, animazione e tanto spettacolo. Cenone luxury e ingresso in disco sono la scelta giusta, visto che regalano servizi perfetti per dedicarsi solo al divertimento: cenone completo – antipasti, primi e secondi piatti, dessert – con bevande incluse (acqua e una bottiglia di vino ogni quattro persone), brindisi di mezzanotte, tavolo riservato per tutta la notte in zona ristorante, ingresso in discoteca, posto auto riservato e guardaroba incluso. Chi invece preferisce festeggiare la mezzanotte altrove e poi venire a ballare al Qi Clubbing può comunque farlo.

Continua a leggere

Il Re dell’Hotellerie di lusso, Stefano Risolè

L’iter che porta a ricoprire la carica di Direttore di uno dei più rinomati Hotel di Milano, non è sempre scontato. Abbiamo intervistato Stefano Risolè, General Manager Château Monfort – Hotel in Milan, ponendo domande che ci permettano di comprendere meglio il mondo dell’Hotellerie di Lusso, e il suo percorso per arrivare a dirigere uno staff tra i più competenti della capitale meneghina

Alberghi e non solo, ma come è iniziato tutto?

“Scuola Alberghiera, non ne ero molto convinto, avrei voluto fare tante altre cose, ma poi negli alberghi mi sono ritrovato per caso”-dice Risolè-“da sempre volevo fare il musicista e il cantante, ma la parte più materialistica ha avuto il sopravvento  e la mia famiglia pensava fosse una grande passione ma che non potesse essere un vero e proprio lavoro.

Sicuramente se fossi stato più forte allora nelle mie decisioni mi sarei dato molto più all’ascolto tralasciando gli alberghi e cantando, cosa che poi ho fatto dopo quando avevo 30 anni arrivando alle selezioni finali del festival di Sanremo nel 2012 e facendo collaborazioni con alcuni artisti.

Ho imparato solo negli ultimi anni a non opprimere la mia parte creativa, ma come in tutto c’è sempre tempo per iniziare, non è mai troppo tardi, soprattutto quando ascoltiamo noi stessi”. Continua a leggere