Fabbian l’eccellenza dell’illuminazione Made in Italy nel mondo

Alle spalle della Fabbian c’è una storia di ben 63 anni, nella quale il design, incontrando l’illuminazione, crea continuamente nuove sinergie e rivestimenti di luce non solo per uso abitativo.

Luca Pellegrino General Manager, ci racconta gli ultimi progetti.

L’illuminazione corre sullo stesso binario del design, come risponde il mercato nonostante il periodo storico delicato?

“Molto bene. Da quando ho rilevato l’azienda, il mio compito è quello non solo di farla crescere, ma portare sul mercato prodotti nuovi e innovativi.
Attualmente, lavoriamo con un team di designer che hanno alle spalle ottime esperienze maturate sul campo ed esportiamo la maggior parte dei nostri prodotti all’estero”. Continua a leggere

Essere consulente finanziario secondo Roberto Diomedi

Il nostro destino è scritto fin dalla nascita, soprattutto assecondare la passione e l’attitudine che ci caratterizza possiamo farlo solo crescendo. Roberto Diomedi, di origine cagliaritana, ha costruito sulle sue potenzialità una prestigiosa carriera di successo.

Oggi, all’età di 51 anni, ci racconta i suoi inizi fino all’ascesa di consulente finanziario e direttore di un’importante società finanziaria con sede a Dubai. Continua a leggere

Isanity di Ica system. La tecnologia al servizio della salute di tutti

Isanity di Ica System è nata a Gennaio 2020, in piena pandemia ed è il risultato di uno studio a livello tecnologico iniziato 5 anni fa.

Questo brevetto, totalmente Made in Italy, è stato subito adottato da aziende importanti ed è il frutto dell’eccellenza del nostro territorio, studiato per essere totalmente efficace per salvaguardare la nostra salute, sanificando gli ambienti e rendendoli salubri 24 ore su 24, sempre e contro ogni tipo di virus e batteri.

Isanity è stato progettato dal giovane imprenditore Nicholas Durante, figlio di Luigi Durante, proprietario di Ica system, azienda leader nel settore della sanificazione; l’inventiva , la mente illuminata e il senso sociale di Nicholas lo hanno portato a curare non solo la parte ingegneristica, ma anche il software, il design, prediligendo linee semplici e pulite. Continua a leggere

Una Mole di Colombe 2021, a Torino la terza edizione del concorso più goloso della Primavera

Giovedì 4 marzo, torna a Torino Una Mole di Colombe, il concorso per pasticceri lievitisti ideato ormai quattro anni fa dall’agenzia di eventi Dettagli. Anche per questa edizione, a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19, si è rinunciato al consueto evento in abbinamento: aperto al pubblico e caratterizzato da degustazioni e presentazioni.

La manifestazione sarà quindi prettamente dedicata alle attività del concorso, che determineranno i vincitori nelle categorie: Migliore Colomba Tradizione Migliore Colomba Creativa 2021. Rigorosamente artigianali, prodotte con lievito madre, senza conservanti, coloranti o aromi di sintesi, mono e di gliceridi, semi lavorati; i Maestri Pasticceri che parteciperanno a Una Mole di Colombe condividono l’importanza dell’eccellenza nella scelta delle materie prime e dei metodi di lavorazione, garantendo un prodotto di assoluta qualità. Continua a leggere

La dieta va seguita anche a Carnevale? Intervista alla dottoressa Alessia Aprea

Non abbiamo ancora fatto in tempo a riprenderci dagli eccessi delle festività Natalizie che Carnevale, il periodo più colorato dell’anno, viene a tentarci con le sue leccornie.

Lasagne, frittelle, chiacchiere, bomboloni e castagnole iniziano a comparire in ogni dove, mettendo alla prova tutti i buoni propositi di sana alimentazione nati col nuovo anno. 

Certo, i più determinati superano indenni questo periodo, ma per i golosi diventa alquanto complicato e le festività possono trasformarsi in momenti di frustrazione ed inquietudine. 

Chi è a dieta dovrebbe obbligatoriamente rinunciare ai piaceri del Carnevale? 

“Assolutamente no”-dice la dottoressa Alessia Aprea-“anzi fare qualche “sgarro”, una volta ogni tanto, in un regime alimentare sano, contribuisce non solo a tenere attivo il metabolismo, ma fa anche bene allo spirito, dando la giusta carica e motivazione a seguire la dieta.  Continua a leggere

Il mercato degli orologi: nel 2021 sono veri e propri “tesori rari”. Parla l’esperto Carlo Costantini

Gli orologi sono simbolo di distinzione, investimento e, attualmente, anche beni rifugio; tra i più grandi esperti del settore, c’è Carlo Costantini, un vero e proprio “cacciatore di tesori rari”. Aveva 20 anni quando ha iniziato a girare il mondo, imparando, studiando, evolvendosi.

“Gli orologi hanno quintuplicato il loro valore”-dice-“oltre a dirlo io sono dati di fatto; 4 anni fa ho aperto a Roma il mio negozio, non tanto per vendere, ma per acquistare su strada”.

Tre i brand dell’eccellenza, Rolex, Audemars Piguet, Patek Philippe, soprattutto usato o d’epoca, pezzi da collezione appartenuti a grandi famiglie, o, magari, chiusi nelle cassaforte da anni, con storicità importanti.

“Vendo molto su Internet, soprattutto grazie ad Instagram e tramite conoscenze private, o sul sito Chrono24; il mercato si è sviluppato molto sui social network”. Continua a leggere

Il Re dell’Hotellerie di lusso, Stefano Risolè

L’iter che porta a ricoprire la carica di Direttore di uno dei più rinomati Hotel di Milano, non è sempre scontato. Abbiamo intervistato Stefano Risolè, General Manager Château Monfort – Hotel in Milan, ponendo domande che ci permettano di comprendere meglio il mondo dell’Hotellerie di Lusso, e il suo percorso per arrivare a dirigere uno staff tra i più competenti della capitale meneghina

Alberghi e non solo, ma come è iniziato tutto?

“Scuola Alberghiera, non ne ero molto convinto, avrei voluto fare tante altre cose, ma poi negli alberghi mi sono ritrovato per caso”-dice Risolè-“da sempre volevo fare il musicista e il cantante, ma la parte più materialistica ha avuto il sopravvento  e la mia famiglia pensava fosse una grande passione ma che non potesse essere un vero e proprio lavoro.

Sicuramente se fossi stato più forte allora nelle mie decisioni mi sarei dato molto più all’ascolto tralasciando gli alberghi e cantando, cosa che poi ho fatto dopo quando avevo 30 anni arrivando alle selezioni finali del festival di Sanremo nel 2012 e facendo collaborazioni con alcuni artisti.

Ho imparato solo negli ultimi anni a non opprimere la mia parte creativa, ma come in tutto c’è sempre tempo per iniziare, non è mai troppo tardi, soprattutto quando ascoltiamo noi stessi”. Continua a leggere

Paolo Giordani, Presidente di IDI -Istituto Diplomatico Internazionale- commenta l’ampia portata del discorso inaugurale tenuto da Joseph Biden

Joseph Biden e l’unità dell’Occidente: “Ci impegneremo ancora con il mondo”

“Tutti gli osservatori hanno rilevato che “unità” è stata la parola più ripetuta dal nuovo presidente degli Stati Uniti, Joseph Biden, nel discorso inaugurale e giustamente l’hanno interpretata come concetto-cardine del suo appello ad una nazione che oggi appare divisa come non mai”- così dice Paolo Giordani, Presidente di IDI, Istituto Diplomatico Internazionale – Organization in Special Consultative Status with the Economic and Social Council since 2019. Continua a leggere

Meri, Mitch B., Domina Coral Bay, Pequod: musica e divertimento, in Italia e non solo

E’ un periodo non facile per chi ha voglia di divertirsi… ma per fortuna la musica non manca. E’ finalmente uscito “Fighting with this Earth” è il nuovo singolo di Meri. L’artista, italo inglese, 27enne, vive tra Bristol, dove oggi frequenta il secondo anno del BIMM (The British and Irish Modern Music), tra i più importanti college musicali al mondo e la Maremma. “Fighting with this Earth” è stata registrata e prodotta al Double Vision Studio di Follonica da Luca Guerrieri, che pubblica il brano sulla sua label DVS Records Deluxe. A metà tra folk, pop e indie, le canzoni di Meri nascono da sempre sulla sua chitarra acustica. La sua voce,  calda e senza tempo, canta di problemi, passioni e vita vissuta, come succede sempre o quasi nei classici soul anni ’60 che ascoltava da bambina. Continua a leggere

“Un’idea da mettersi le mani nei capelli”, l’hair stylist Riccardo Lodoli svela come superare la crisi del settore  

Quella di Riccardo Lodoli, 25 enne romano, non è la ricetta perfetta contro la crisi. Ma sicuramente può essere una delle tante idee utili, fruttuose, che molti altri imprenditori possono prendere come modello. Sembrerebbe un’idea vincente. E la prova del nove è sotto gli occhi di tutti, dando uno sguardo al fatturato del giovane imprenditore che si occupa di capelli. 

Andiamo per gradi. Lodoli, che ha creato un’azienda che si occupa di protesi capillari di ogni tipo, durante la pandemia ha messo in piedi corsi di formazione a distanza gratuiti per clienti e parrucchieri. “Un modo per non abbandonare i miei clienti che a casa erano in crisi perché non avevano mai messo in cantiere il fai da te”, dice Lodoli. “Allora con uno smartphone e un sistema di montaggio ho creato tutorial, aprendo un canale YouTube. Quando a maggio è finito il lockdown i miei clienti sono aumentati perché mi hanno conosciuto in tutte le regioni. Certo, non è stato facile rimanere chiusi per due mesi: non lo nego. Ma era l’unica cosa che si poteva fare per abbassare il numero dei contagi. Oggi i miei clienti hanno meno paura di restare senza il loro hair stylist. Parliamo di gente che usa protesi capillare e la sola idea di una chiusura significherebbe tornare alla calvizie”, racconta. Continua a leggere