“RESTA”, il nuovo singolo di Nova, si prospetta già un successo “planetario!”

Artista eclettico ed originale, Nova ha scelto per sé, un nome esplosivo e travolgente, in grado di rappresentare eccelsamente il rango del proprio talento.

E’ un amante della musica e dell’astrofisica, da cui trae origine il proprio nome d’arte, Nova; la musica di questo giovanissimo artista, è forte e potente come una esplosione nucleare, al punto da farlo brillare in forma superlativa, ogni volta che sale sul palco.

Nova è vulcanico e travolgente, come la sua calorosa Catania, terra che lo ha dato alla luce e di cui è degno rappresentante a livello nazionale, con la forza e passionalità del suo temperamento e con l’incisività significativa dei testi delle sue canzoni. Continua a leggere

Davide Greco è il Barbiere dei vip; storia di un giovane self made man

Il trend del momento è il taglio corto rasato e spesso colorato con colori accesi.

Così la pensa Davide Greco, Barbiere dei vip, premiato come Best Barber Influencer nel 2019, giovane e bellissimo imprenditore, corpo scolpito dallo sport e tanta voglia di arrivare.

“In questo periodo di “chiusura/apertura” ho potuto notare che il trend del momento è in contrasto con quelle che sono state le necessità dovute alle situazioni che abbiamo vissuto e stiamo ancora vivendo”-dice Davide-“non potendo andare dal barbiere di fiducia, in molti si sono ritrovati con i capelli lunghi e per quanto fossero lontani dal trend del momento hanno dovuto conviverci fino a farseli piacere. Ecco che la storica lotta fra capelli corti e capelli lunghi torna alla ribalta” Continua a leggere

Edo Fendy, il nuovo stile della trap

Il mondo della trap è spesso visto con gli occhi del pregiudizio e i più comuni attribuiscono a questo genere musicale una connotazione negativa, soprattutto per le parole utilizzate nei testi. Incontriamo un giovane compositore e musicista, Edoardo Gallio, in arte Edo Fendy, che della trap ha fatto il suo successo, ma che, con il suo stile, dimostra che non bisogna per forza parlare di alcool, droga e violenza per arrivare al cuore delle persone. 

Brunch in sicurezza, a Milano al Just Cavalli, a Cagliari allo Charme con Sandro Murru e in tutta Italia!

 
Ad Halloween ed Ognissanti, come ci si può divertire se i locali chiudono alle 18? Non è facile. Ma con un po’ di fantasia è possibile farlo e sempre facendolo in totale sicurezza. Ad esempio, ogni weekend un’opzione da vivere sono i brunch di Just Cavalli a Milano. Dalle 12 alle 18 Just Cavalli propone ottimo cibo, musica dal vivo, dj set, bollicine e molto altro. Il menu Brunch del Just Cavalli comprende signature cocktail, specialità italiane e una nuovissima selezione di sushi moderno contemporaneo e pizza gourmet. 
 
A Cagliari invece Sandro Murru Kortezman l’1 novembre fa divertire con il suo sound e la sua animazione lo Charme di Settimo San Pietro (CA). “Oltre che divertirvi darete ossigeno ai lavoratori della ristorazione e dello spettacolo”, scrive il dj producer sulla sua pagina Instagram.
E per una volta, visto che si tratta di un pranzo in famiglia, possono partecipare anche bambini e teen ager, insieme ai genitori.
 
Alla Locanda dei Giurati di Como la proposta è da sempre incentrata sulle carni d’eccellenza alla brace. Fiorentina di scottona e di frisona, filetto, cube roll, diaframma, Sashi AAA chocolate, T-bone di Black Angus Creekston. E ancora: diaframma di manzo, filetto e cube roll di black angus argentino, costata di Marango (italiana), scottadito di agnello allevato in Galles…
Tutto questo oppure un aperitivo d’eccezione dalle 12 alle 18. Più tardi, take away o delivery. 
 
Visto il periodo, immaginare i locali ed il divertimento del futuro non è male. “Quando potremo ripartire, credo che potrebbero funzionare kocali piccoli e di famiglia. Meno grandi manager, più cura e sorrisi per i clienti, che in realtà non sono altro che ospiti che pian piano diventano amici”, racconta Michele Piagno, barman figlio d’arte: con la sua famiglia di ristoratori, tra un impegno e l’altro gestisce l’Enoteca Vecchia Pretura, a Codroipo (UD), in questo periodo aperta ogni giorno fino alle 18.  
“La gente avrà voglia di fare festa con intelligenza, di una buona birra spillata nel modo corretto di un prodotto di nicchia ad un prezzo accessibile”. 
 
A Lugano poi, grazie ad una cordata di imprenditori guidata dal viareggino Manuel Dallori, sta già nascendo The Cliff. Il locale nasce in Svizzera ma sarà molto italiano. Lo staff sarà in gran parte italiano e tutte le proposte avranno un stile molto tricolore, anche se il nome di questo spazio è in inglese o internazionale, come del resto altri progetti creati da Dallori (su tutti The Beach, Zelo’s a Montecarlo, etc).
“Punteremo su un lusso accessibile, dedicato a tutti coloro che lo scelgono e se lo sentono addosso”, conclude Dallori.
 
“Quando ripartiremo dovremo farlo dallo stile e soprattutto dalla qualità delle proposte che i locali facevano negli anni ’90, quando sul palco artisti, dj e performer facevano davvero sognare. “Anche il veronese Icio Franzoni di Royal Management, agenzia decisamente consolidata quando si tratta di fornire modelle/i e hostess a chi organizza eventi, party e fiere, in discoteca e altrove. “Non sappiamo ancora quando potremo tornare a far sognare il pubblico, ma credo fortemente in una ripartenza in grande stile. Ci sono, anche se non molti, artisti, agenzie e operatori seri. Il futuro è loro”. 
 
E ora un po’ di proposte musicali, tutte da vivere in famiglia, in casa e ovunque. Non male il nuovo singolo di Sfera Ebbasta, tutto dedicato ai locali, “Bottiglie e Privè”, ma chi ama la techno, la tech house, la house e tutto ciò che fa muovere a tempo, può cercarsi online @TheWindow, il video show di Ross Roys. Venerdì 31 ottobre, co la dj producer toscana ecco, Rocky Heyden, che musicalmente è vicino a house e melodia.
 
E’ un dj set back to back che si preannuncia decisamente divertente, perfetto per un Halloween un po’ complicato come quello che stiamo vivendo nel 2020.
 
Su Spotify è invece disponibile da pochi giorni “Nightmares”, il nuovo album di Luca Guerrieri. Tra arpeggiodi synth e pianoforte e ritmi spesso ‘spezzati’, i ritmi non sempre sono alti, ma c’è sempre una notevole energia, in ogni traccia. Scherzando agli amici su Facebook, Luca Guerrieri ha scritto che sta invecchiando, visto che in tutto il disco non c’è neppure una rullata…
 
 
 
Ma forse succede ogni singolo brano di “Nightmares” di enfasi. L’energia della musica si sente benissimo.

 

 

Edo Fendy, il nuovo stile del trap

Il mondo della trap è spesso visto con gli occhi del pregiudizio e i più comuni attribuiscono a questo genere musicale una connotazione negativa, soprattutto per le parole utilizzate nei testi. Incontriamo un giovane compositore e musicista, Edoardo Gallio, in arte Edo Fendy, che della trap ha fatto il suo successo, ma che, con il suo stile, dimostra che non bisogna parlare per forza di alcool, droga, o violenza.  
 
Come nasce la tua passione della musica? 
“Ho iniziato a fare musica nel 2016, dopo aver abbandonato il mondo del calcio. Nel 2017 ho pubblicato da indipendente il mio primo brano, Oioioi, solo giorno dopo, grazie al successo del singolo Ace, ho iniziato ad attirare l’attenzione di alcune etichette discografiche, firmando, così, il mio primo contratto con la Universal Music”.  
 
Edoardo, perché secondo te la musica trap ha così tanto successo al giorno d’oggi?  
 
“La musica trap offre un modello per farsi notare, per costruire una identità specifica, per questo è molto in voga tra i giovanissimi che devono ancora costruire un’immagine di se stessi. La musica trap racconta di storie comuni, di un disagio sociale in cui molti si rivedono”.  
 
Cosa vuoi trasmettere ai giovani d’oggi? 
 
Vorrei dimostrare ai giovani oggi che per avere successo non servono per forza droga, delinquenza e violenza, ma tanta testa e costanza. Mi piacerebbe essere un esempio per loro e poterli accompagnare con la mia musica nel loro percorso di crescita 
 
A quale trapper ti ispiri?  
 
“Sembrerà scontato, ma Sfera Ebbasta è il trapper a cui mi ispiro. Lui è la dimostrazione che chi decide di lavorare sodo e crede in ciò che fa, riesce ad arrivare ad ottenere un grande successo”.