Urla nel silenzio

“Urla nel Silenzio”, giovedì 5 e venerdì 6 all’Hotel Central Park di Roma, dedica il proprio cammino  a quelle  madri che hanno vissuto per oltre trenta  anni nel silenzio, le cui lacrime , silenziose e dignitose, non si sono mai sopite; a loro abbiamo il dovere di donare il riconoscimento della dignità del sacrificio dei loro figli. Il dolore incancellabile dei familiari delle vittime ed il silenzio dei media, caratterizzano l’oblio della memoria di quel tempo, che si accompagna alla mancanza di una visione critica che riavvii la possibilità di una reale armonia  che non tenda, però,a cancellare i reati di sangue.

 E’ necessario domandarsi se sia stato giusto il sangue versato da tanti giovani martiri, che spinti dalla giovane età sono divenuti in taluni casi vittime e carnefici, al soldo delle nebbie che hanno avvolto quegli anni. Nessun ideale può essere praticato e rispettato dalla comunità civile, se si giunge ad ipotizzare la cancellazione del primo diritto naturale, che è il rispetto della vita, dei sogni e della speranze altrui. La notte buia della civiltà che, qualcuno ha voluto chiamare anni di piombo, nel rispetto delle idee di ciascuno, è divenuta tale perché ha disconosciuto la vita.“Urla nel Silenzio”, di cui ideatore e organizzatore è Marco Falvella, si propone di scrivere, insieme a chi ha patito il prezzo dell’odio, una pagina di civiltà che allontani le nuove generazioni dall’idea della violenza;
di vincere l’oblio della memoria che fa dimenticare dove ha portato l’odio politico, il fanatismo, l’intolleranza e purtroppo, il cinismo di taluni uomini della politica e della cultura;
di mettere al centro i diritti delle vittime, impegnando lo Stato a garantire certezza delle pene ed un impegno investigativo sui casi dubbi e su quelli irrisolti. “Urla nel Silenzio” è l’occasione di confronto, che vuole parlare alla destra ed alla sinistra, e vuole valorizzare la memoria delle vittime caduta nell’oblio e non le conosce per colore. Bisogna imparare il rispetto degli altri, pur non condividendo talune idee. Questo è lo spirito dell’iniziativa, perché chi ha sofferto, ha il diritto di chiedere che nessuno più osi manipolare i giovani, che è presupposto per fermare ogni occasione di odio. Nessun presunto nobile motivo può dare diritto ad un uomo o ad uno stato di cancellare una vita, con i sogni e le speranze che la accompagnano.
“Possiamo essere liberi se tutti lo sono” ( Hegel)
Tra gli interventi, l’Onorevole Walter Veltroni, l’Avv. Mario Pavone Criminologo Presidente Associazione Nazionale per l’Immigrazione, l’Avv. Antonino Magistro Criminologo, Dott.ssa Graziella Quattrochhi sorella di Fabrizio ucciso in Iraq il 14 aprile 2004, Avv. Gianmarco Cesari Legale Associazione Italiana Vittime della Strada
I familiari delle vittime incontreranno:
Vincent A. Tummino Ambasciatore della Columbia Fire Department di New York City Cav. Comandante dei Vigili del Fuoco di New York (nel periodo dell’Attentato alle Torri Gemelle);
On. Walter Veltroni PD;
On. Giorgia Meloni Ministro delle Politiche Giovanili;
Sen. Domenico Gramazio PDL;
Dott.ssa Antonietta Esse, Presidente “Associazione Vittime dell’Uranio”;
Avv. Luciano Faraon, Presidente “Associazione Vittime degli Errori Giudiziari”
Prof.ssa Rosanna Alfieri “Direttore Centro Specialistico di Pedagogia Clinica Pedagogista Clinico e Supervisore Europeo Criminologo”;
Dott.ssa Gloria Mazzeo Coordinatore Area Progetti Centro Specialistico di Pedagogia Clinica e Criminologo;
Avv. Mario Pavone, Criminologo Presidente Associazione Nazionale per l’Immigrazione;
Prof. Avv. Danilo Riponti Antropologo Criminale;
Col.Amedeo Berdozzo, Criminologo
Avv. Gianmarco Cesari Legale dell’ Associazione Italiana Vittime della strada;
Avv. Marina Valentinetti “ Componente della Commissione Giustizia della Lidu”;
Avv. Antonio Magistro Criminologo;
Don Luigi Merola Presidente “ Fondazione a’ voce d’è Creature”;
Sig.a Graziella Quattrocchi sorella di Fabrizio ucciso in Iraq il 14 aprile 2004;
Sig.a Rosanita Galleni Pittrice di Genova
Autorità locali, Istituzioni, Politici, Scrittori e Giornalisti;
Gruppi giovanili provinciali e regionali del PD;
Gruppi giovanili provinciali e regionali di” Azione Giovani”;
Alunni delle Scuole Medie Superiori di: Roma – Napoli – Anagni e Fiuggi.
Sono stati invitati a partecipare, il Sen. Giorgio Napolitano Presidente della Repubblica
Sen. Renato Schifani Presidente del Senato della Repubblica
On. Gianfranco Fini Presidente della Camera dei Deputati
On. Giorgia Meloni Ministro della Gioventù
On. Sabina Rossa Componente VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione
On. Tino Iannuzzi; Componente VII Commissione Ambiente,Territorio e Lavori Pubblici
On. Gerardo Soglia Componente VI Commissione Finanze
Dott.ssa Maria Fida Moro Figlia dell’On Aldo Moro ucciso a Roma il 9 maggio 1978 dalle Br
Dott. Mario Calabresi Figlio del Commissario Luigi Calabresi ucciso a Milano il 17 maggio 1972
Dott.ssa Benedetta Tobagi Figlia di Walter ucciso a Milano il 28 maggio 1980
Dott. Nando dalla Chiesa Figlio del Gen. Carlo Alberto ucciso a Palermo il 3 settembre 1982

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *