Gnocco alla francaise ed educazione liofilizzata

Rieccoci all’appuntamento con l’impertinente penna artistocratica di Francesca Caetani Lovatelli, alle prese con il variegato panorama estivo delle calde spiagge del Belpaese…

Che ne dite del playboy francese che, con lo sguardo da Arsenio Lupin del cuore, si guarda attorno nella piscina di un elegante resort con golf annesso e, seguito da una cucciolata di 4 bambini e moglie al seguito, osserva insistentemente la biondona sdraiata a pochi passi da lui?
Un po’ di decoro, Monsieur! Ok, gli occhi sono fatti per guardare, ma certi sguardi sono paragonabili a una scannerizzazione degna di un metal detector!
Gli uomini italiani o stranieri sono fatti così, per fortuna non tutti.
Pazienza se, una volta arrivata la moglie, che non può dirsi altrettanto affascinante, pur essendo maritata con lo gnocco, con lo sguardo fulmini lei, rea di essere stata guardata, e non il marito, soggetto guardante, e pazienza anche se la bionda, super innamorata e accasata, per togliersi dall’imbarazzo, si sia grattata la testa più volte con la mano sinistra per far vedere il suo stato-sposata!

La blogger Francesca Caetani Lovatelli

Ma sei uno gnocco, o uno gnocco orbo?

Alla fine l’avrà capita sicuramente, considerando la stazza del marito della ” scannerizzata”, 1,88 di bisteccone, quindi un enorme cumulo di proteine in più, rispetto agli zuccheri dello gnocco alla francaise!

Rimanendo in tema di “aperitivi”, nel paradiso del benessere, ahimé, si fa cin cin, vietato, come il buon appetito.
Lo sa bene uno dei re dei cibi liofilizzati che, arrivato a una cena, non ha mai rivolto nè un saluto, nè una parola ai nuovi ospiti presenti allo stesso tavolo, ma si è limitato, tutto contento del suo gesto, a fare cin cin con tutti, alzandosi da tavola. Forse, nella liofilizzazione, che non fa rima con socializzazione, è scivolata tutta la buona educazione?
Rima liofilizzata!!!!!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *