Divertimento low cost

Alla Vigilia di Capodanno in tempi di crisi, gli appassionati di movida si chiederanno sicuramente quale potra’ essere il tenore delle feste e dei trend.

Per la prima volta, infatti, dopo trent’anni, le tendenze socio-ludiche non tracciano vie nuove, ma si adeguano alla crisi economica. Lo conferma Roberto Piccinelli, autore de La Guida al Piacere e al Divertimento, giunta alla quindicesima edizione-edizioni outline-e sociologo del loisir; “impazza lo show room di rubinetteria con enoteca annessa, ma anche La Dacia, che strizza l’occhio al lettone di Putin e Il Pasto di Varsavia, dove arredi e menù sembrano urlare “Addavenì Baffone!”-dice Piccinelli-“tornano alla ribalta i Paninari, che però non mangiano più “paninazzi” anni ’80, stile wild-boys, ma panini-gourmet, per fare bella figura spendendo poco. E le escort vengono soppiantate dalle Mate-Poaching (predatrici di compagni), avvenenti amiche di famiglia in cerca della stabilità coniugale altrui”

Cosa porteremo nel 2012 e cosa abbandoneremo?

“I locali-vetrina, ideali per guardare ed essere visti e tipici della luxury-age, lasciano giocoforza spazio ai “Low Club”, innovativa tipologia dove poter fingere di tenere un basso profilo. Il cliente più ambito diventa il “finto povero”, (quello che, pur avendola, ha paura a pagare con la banconota da 100 euro, causa manovra Monti), che va matto per  il Patascoss di Madonna di Campiglio, il rifugio alpino che fa bere Champagne dalla grondaia”

E i ristoranti?

“Abbandonano la cura del design per parare le previsioni catastrofiste di fine 2012: sale alla ribalta la Trattoria Post-Atomica, con arredi in calcestruzzo e foratini freschi di cantiere, chiamati a dar vita a pareti divisorie, ma anche a fungere da porta bottiglie di vino: spartano, ma pronto ad ogni evenienza, perfino tellurica”.

Che tipo di Capodanno sara’?

“I veglioni saranno meno scintillanti e più intimisti. Meno dj stranieri famosi, più fuochi di artificio (nel senso letterale. Botti a tutto andare, allo scoccare della mezzanotte). Si farà festa nei locali, ma con gli staff che ci hanno fatto divertire per tutto l’anno. C’è la voglia di ritrovarsi fra amici, non in casa, ma in campo neutro, per esorcizzare il momento negativo. Dalla corsa al “Famolo Strano” (il Capodanno), si passa al San Silvestro stile “Family Dance””.

Quali sono le novità per le città italiane?

Le Top City del 2012 sono Bari, Bologna, Roma, Torino e Trieste. E parlano con i rispettivi locali simbolo Asuddiest, Prima della Pioggia, N’Importe Quoi, Blah Blah e I Tre Merli. Totò e Peppino direbbero “E ho detto tutto”…

Top 11 Flop Football Club 2012 è una ipotetica squadra di calcio ideata da Piccinelli e formata da proprietari di locali pubblici (discoteche, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, agriturismo, etc.) che, nella vita di tutti i giorni, hanno o hanno avuto un pallone fra i piedi, calciatori-imprenditori che, da soli, con i loro familiari o soci, hanno pensato bene di investire una parte dei loro guadagni nel mondo del loisir; “la formazione è stilata, avendo come unico e insindacabile criterio di selezione l’insuccesso dei rispettivi locali, per di più, questa formazione è la prova provata che non sempre soldi e fama sono sufficienti per fare un locale di successo. Vieppiù, in tempo di crisi. E’ come un reality-game, per far sorridere anche chi non è ricco e famoso come i calciatori di serie A. Per la serie “Anche i ricchi piangono…”

 

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *