W le curve, abbasso gli spigoli!

Beyoncé Giselle Knowles, più conosciuta  come Beyoncé, è la più bella del mondo,  secondo People.

Attrice, imprenditrice statunitense, nata a Houston, classe 1981, bellezza  abbondante, soprattutto nelle forme. E’ cresciuta ascoltando Anita Baker e Luther Vandross, con il quale ha anche duettato e cita  Madonna come la ragione per la quale fa musica.
Neo mamma, sostiene che  il suo «successo»  risiede nella  piccola Blue Ivy.

A  contendersi il titolo di più bella del reame insieme a Beyoncé c’erano donne del calibro di  Angelina Jolie, Jennifer Aniston, Charlize Theron, Kate Middleton, ma People sembra  premiare  la  femminilità. La «bomba sexy»  Sofia Vergara è al secondo posto della classifica e si ritrova anche in quella «delle donne con  il miglior sedere…».

La seduzione sembra ormai  orientata  verso donne formose e femminili e non  magre o mascoline. Lo conferma un’indagine tra 1200 uomini tra i 25 e i 55 anni, ai quali è stato chiesto quali caratteristiche dovesse avere la partner ideale. Il risultato: l’81 preferisce   le donne con le curve, che rappresentano il giusto mix tra complicità e seduzione e sono ritenute più femminili (65 per cento) e seducenti (52 per cento) rispetto alle filiformi. I nostri maschi latini vogliono una donna «femmina» già al primo sguardo (65 per cento), che sappia sedurli sia mentalmente sia fisicamente (54 per cento), giocosa (47 per cento), provocante ma nella giusta dose (44 per cento).

Insomma, una compagna che non sia troppo snob, bella ma possibile, con fiducia in se stessa e in grado di non mettere il suo lui a disagio. Bocciano invece le  troppo timide e le troppo audaci. No anche a quelle con l’aria mascolina,  l’atteggiamento da diva, le troppo aggressive  o con un carattere troppo spigoloso.

Abbasso le «spigolose», quindi!

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

4 risposte a “W le curve, abbasso gli spigoli!

  1. Si si, sono almeno 10 anni che sento ste baggianate. Poi entri in un negozio, chiedi un jeans taglia 46-48 e ti guardano come se provenissi da un altro sistema solare. Curvy certo, a patto che non cerchi di vestirti in un modo che sia anche lontanamente avvicinabile agli appendini di carne (poca) e ossa che vedi sulle riviste. Mah.

  2. Ciascuno di noi è bello quando assomiglia a sé stesso. Quando cerchiamo di assomigliare agli altri – soprattutto quando con “altri” si intendono i VIPs – diventiamo solo patetiche caricature.

    La parte sui gusti degli uomini è fuorviante: a) a nessuno maschio interessa minimamente la personalità di una donna; b) le uniche curve che accettano sono quelle di seno e fianchi, il resto deve essere piatto come una tavola da surf.

    E’ inutile che i media e i giornalisti – che tanto hanno contributio a creare il mito e l’ossessione della magrezza – adesso cerchino di cambiare rotta: non lo fanno certo perché si sono resi conto della propria superficialità, ma semplicemente per darsi un’aria tollerante e per vendere qualche copia in più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *