#salviamounastella

E’ stato presentato il progetto di raccolta fondi a favore della piccola Giorgia Pagano, #salviamounastella.
Park Hyatt Milano mette in campo una serie di iniziative di raccolta fondi per la Onlus Stellina di Berdon. Giorgia Pagano è una delle circa 250 persone al mondo afflitte dalla Sindrome di BERDON. Vive da 5 anni con 4 fori sul pancino necessari a drenare i liquidi intestinali e un catetere fisso in vena giugulare che la nutre per 15 ore al giorno dall’età di 1 anno.

La sua unica speranza per riconquistare una vita normale consiste in un trapianto multi organo che può svolgersi solo 
negli Stati Uniti. E’ nata una campagna di raccolta fondi per consentire alla famiglia di Giorgia di affrontare questa difficile situazione.
“Park Hyatt Milano ha deciso di sostenere l’iniziativa #salviamounastella con l’intenzione di dare maggiore visibilità ad una malattia molto rara e per questo poco conosciuta. Noi stiamo dicendo a Giorgia Pagano e alla sua famiglia che ci siamo, come azienda e come singoli individui, che l’aiuteremo a far conoscere la loro storia e a raccogliere i fondi necessari a dar loro una speranza.
In questa circostanza Park Hyatt Milano ha scelto di supportare il caso di una bambina – una sola persona, non un caso ad ampia diffusione – per affermare un messaggio molto importante: la vita di una sola persona vale quanto quella di milioni.
Abbiamo quindi definito una serie di iniziative per la raccolta fondi: con il design di Silvia Slitti, cui dobbiamo la conoscenza di questa bella causa, stiamo producendo delle t-shirt dedicate a Giorgia che saranno messe in vendita sia tra i dipendenti dell’hotel sia tra i clienti locali e internazionali.
Abbiamo inoltre realizzato due cocktail speciali, che entreranno a far parte della drink list del Mio bar per due mesi, il cui costo sarà in parte devoluto all’iniziativa.
Infine, in giugno abbiamo pianificato una cena al ristorante VUN, il cui incasso verrà totalmente donato alla Onlus Stellina di Berdon.”
Gorka Bergareche
General Manager Park Hyatt Milano

Negli Stati Uniti Giorgia si è sottoposta ad un rischiosissimo trapianto multi organo (fegato, stomaco, l’intero intestino, duodeno, pancreas, vie biliari, milza). Ma per dare una speranza a Giorgia, purtroppo, non bastano le preghiere e l’amore di mamma Elisa e del fratellino Jody… Servono 800.000 Euro.
Le spese sanitarie per l’intervento sono state coperte interamente dall’ASL Italiana, ma tutte le altre spese, sia di carattere sanitario, che relative alla loro permanenza negli Stati Uniti, dovranno essere anticipate e saranno interamente a carico della famiglia, che dovrà rimanere in America per circa 3-4 anni, tempo stimato tra lista di attesa, ricovero e post ricovero.
La mamma di Giorgia non può più lavorare per seguire la piccola tra ricoveri, degenze in ospedale e le lunghe medicazioni che richiedono attenzione e pazienza non permettendole di aver altro tempo se non per l’associazione che ha creato dal nome “STELLINA DI BERDON ONLUS.
L’Associazione ha l’intento di trovare una soluzione diversa dal trapianto e aiutare le altre rare famiglie nel mondo che vivono lo stesso dramma, ma in questo momento s’impegna soprattutto nella raccolta fondi necessaria per sostenere il trasferimento di Giorgia negli Stati Uniti, che potrebbe segnare la vera svolta per la sua tenera vita.
L’idea di aiutare la piccola Giorgia nasce da Marta e Cristian Ledesma che avendo preso a cuore la storia di mamma Elisa, hanno iniziato a coinvolgere un gruppo di calciatori italiani dalla serie A alla serie C, dai campionati francesi, russi e giapponesi con le rispettive mogli e compagne, tra cui Silvia Slitti, fondatrice del progetto SALVIAMO UNA STELLA, nato con la volontà di pubblicizzare e sponsorizzare la fondazione Onlus tramite diverse attività.

Park Hyatt Milano si è impegnato a dare vita ad una di queste attività legate al progetto, realizzando le magliette #salviamounastella e mettendole in vendita presso la struttura durante i mesi di aprile e maggio. Il ricavato della vendita sarà utilizzato ai soli fini di supportare la Onlus.
Ispirandosi allo slogan “Salviamo una stella”, Silvia Slitti ha realizzato il design delle magliette, utilizzando il disegno della Luna come simbolo di ognuno di noi che decide di dare una mano a Giorgia e che con una canna da pesca salva nel cielo immenso di tante piccole stelline la “Stella più bella”, ovvero Giorgia. Il retro della t-shirt #salviamounastella invece, riporta una frase molto significativa che vuole essere un insegnamento ed un messaggio positivo per tutti noi.
Inoltre, sono stati creati 2 cocktails – Polvere di Stelle e Trilly – inseriti nella carta del Mio, il Bar e Bistrot del Park Hyatt Milano, i cui proventi andranno direttamente alla Onlus.

Bellissimo e importante è stato il riscontro che ha avuto questo progetto non solo all’interno del mondo del calcio da cui è partito, ma anche tra personaggi del mondo della tv e del cinema come
Michela Quattrociocche, Alessia Ventura, Ariadna Romero, Laura Barriales, Cristiana Capotondi, Costanza Caracciolo, Alena Seredova, ecc che hanno deciso di dare il loro supporto.

Chiunque voglia dare il proprio contributo all’iniziativa, può rivolgersi al Park Hyatt Milano per l’acquisto delle magliette, oppure può fare una donazione direttamente all’Associazione Stellina di Berdon: IBAN IT 87 Z 05262 16002 CC0790 190708 – SWIF TBPPUIT33.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *