Party di eccellenza, da vivere alla grande!

L’estate è ormai vicina, vicinissima e i dj set ‘on the beach’ si susseguono. La colonna sonora potrebbe essere “Stile Balneare”, il primo divertente singolo dei Radical Freak, già disponibile in anteprima sul loro sito. E’ una canzone divertente,  con una marcata matrice elettronica, che fonde rap in italiano a ritmi e sonorità tutte da ballare. Il testo, all’apparenza solo divertente, è in realtà un’analisi semiseria della società italiana, con i suoi (tanti) vizi e le sue (rare) virtù. La situazione si fa seria, la crisi ci attanaglia, il lavoro latita e gli immigrati premono… che si fa? Tutti al mare, tra cocco e cocomeri, in puro “Stile Balneare”.

Chi non riesce ad aspettare fino al 2 luglio, quando Silvio Carrano inaugura PopFest, a Gallipoli, un evento che farà ballare il Salento a ritmo di superstar del mixer come Deadmau5, Ingrosso, Axwell ed altre superstar svedesi del panorama mondiale del djing, sabato 10 giugno può fare quattro salti a ritmo di reggaeton in Sardegna, a Sassari, in Piazzale Segni, dove arriva Xica Loca, il party di Jay Santos. E’ una festa scatenata, anzi una fiesta dedicata a chi ama il reggaeton, l’r’n’b, l’hip hop e tutto ciò che fa muovere i fianchi a tempo… in una parola quel sound Urban che sta conquistando i club, le radio e i festival di tutto il mondo durante l’estate 2017. In console ci sono Chris Rose e Soraya, capaci di far scatenare chiunque.
 
La stessa sera, il 10 giugno al mixer di Isola Beach, location eccezione a Porto Cesareo (LE) c’è invece Mylious Johnson. Non tutti conoscono ancora questo nome, ma moltissimi hanno ascoltato la sua musica, visto che è uno dei batteristi più attivi al mondo e collabora da tempo con superstar del calibro di Pink, Mariah Carey, Bjork, Lorenzo Jovanotti, Tiziano Ferro, Giorgia, Gianna Nannini (…). La presenza di Mylious Johnson è solo uno dei tanti punti di forza di Isola Beach, location gestita dal general manager Mirko Negri. Ci sono ben diversi due ristoranti (Shima, dedicato al cibo fusion e Tortuga, che propone piatti mediterranei), c’è una piscina d’acqua salata da sogno, un beach club a cinque stelle…
 
Chi è invece al Nord sabato 10 può ballare house scatenata può farlo al Sesto Senso di Desenzano. Qui infatti prende vita lo scatenato party #Cubed!. Nato da un’idea del team Cube Productions e The Cube Guys, dj bergamaschi attivi in tutto il mondo, si basa sulle loro esperienze nei club del pianeta e la fusione di influenze provenienti da diversi generi musicali. Al mixer ci sono ovviamente The Cube Guys. Il loro universo musicale house è un punto di riferimento per chiunque ami la musica da ballo. 
 
Chi invece vuole o deve restare a Milano può seguire Modus Dj, specializzato in sonorità sofisticate, con cui fa scatenare le location più chic di Milano. Ogni giovedì Modus Dj è dj guest all’aperitivo dello Sheraton Diana Majestic Milano, mentre il 14, il 17 ed il 21 bissa nella hall di un altro hot spot tra gli hotel milanesi: infatti è in console al Principe di Savoia. Ogni sabato è invece protagonista musica di International Party, uno degli eventi più attesi all’esclusivo Duomo 21, sulle Terrazze Martini. 
 
Sempre a Milano, finalmente, nel weekend che va dal 9 all’11 giugno, finalmente, riapre PelleDoca Milano, uno dei locali più vivaci della città. Il party è Timeless Night, ovvero notte senza tempo. Cena con menu alla carta dalle 20 e 30, disco da mezzanotte e prezzi davvero invitanti. Le ragazze ricevono addirittura un simpatico omaggio. Alla musica pensano i dj resident e le voci di Pelledoca, ovvero Giancarlo Romano (voice) e Peter K (dj). 
 
Chiudiamo con uno dei club di riferimento non solo in città, ma in tutta Europa, soprattutto per chi vuol ballare tra stile ed esclusività. Al Just Cavalli Milano,  dopo la scatenatissima performance di Sean Paul, il 15 giugno arriva sua maestà Bob Sinclar. La superstar francese sarà al mixer del club con tutta la sua energia e la sua positività. Due privè, uno super vip, pista da ballo, quattro isole bar esterne, compresa quella centrale, con gli esperti bartender della prestigiosa location, immersa nel verde del Parco Sempione, che preparano i signature cocktail Just Cavalli e anche firmati Branca, tra arredi firmati Roberto Cavalli e cuscini e stampe animalier… Just Cavalli Milano è un luogo unico. Chiedere di più ad una disco, è semplicemente impossibile. 
 
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con Libero, tgcom 24 e Radio Number One, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi.Collabora come account di Media Production. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *