Al Marmomacc di Verona design sartoriale, chef stellati e mosaici

SA.GE.VAN Marmi propone per la prima volta le nuove librerie Tellus e Dotta mentre, in una sorta di “Fuorisalone”, si inserisce nel rinomato ristorante dello chef Giancarlo Perbellini che, dal 26 al 30 settembre, si illuminerà con l’ultima collezione di lampade in marmo Naturaluce. Marmomacc è la più importante manifestazione internazionale dedicata a pietra naturale, tecnologie, design e formazione, con un’inedita apertura al design, da ammirare all’interno della Fiera e per la prima volta in un’eccezionale esposizione “fuorisalone” nel prestigioso e bistellato ristorante Casa Perbellini in p.zza San Zeno 16 a Verona. 

Una svolta voluta fortemente dal management dell’azienda, percepibile già nello stand B4 Hall 9 del Marmomacc, realizzato in gran parte con quello che in gergo si chiama “pelo del monte”, le bucce/croste dei blocchi di marmo (ovvero la parte esterna e quindi la più esposta del materiale) dal colore arancione/ruggine/rustico molto particolare, tra linee che accompagneranno i visitatori in un percorso di design. Un percorso dove si potranno ammirare le due nuove affascinanti librerie, opere di pura artigianalità Made in Italy. La TELLUS in marmo statuarietto, libreria di 318×300 cm dalle alterne superfici levigate e ruvide, la cui particolarità è quella di non poter esistere senza la sua parete in marmo, espressione di un nuovo concetto di rivestimento d’interni di lusso capace di fondere il design alla naturale bellezza di un marmo dalle venature molto particolari. Nata dall’idea dei designer Diana Pelaez Fialdini e Franco Gemignani. La Tellus propone un’unione di materiali e design mai realizzata prima nel mondo del marmo, arrivando dall’interno del blocco, nel cuore della montagna, quasi come una forma da sempre in essa contenuta. Sempre degli stessi designer, trova sede nello stand anche la rivisitazione della libreria a moduli DOTTA. Autoportante, lineare, sobria, una sfida che mette insieme la bellezza del marmo e dei suoi scarti con tecnologie di lavorazione avanzate, per una libreria componibile formata da moduli quadrati in marmo statuario venato, levigato e grezzo, e acciaio Corten. In quest’ottica di apertura al design SA.GE.VAN Marmi, negli stessi giorni della sua partecipazione alla fiera, ha deciso di coinvolgere il pubblico internazionale presente in città inserendosi in uno dei suoi ristoranti simbolo conosciuti in tutto il mondo, il Casa Perbellini (due stelle Michelin e Quattro Cappelli su Cinque) dello chef Giancarlo Perbellini (attualmente presidente dell’Associazione Nazionale Italiana Ristoratori e membro dell’Associazione Italiana Ambasciatori del Gusto e Presidente per l’Italia del “Bocuse d’Or”, il concorso gastronomico più prestigioso al mondo, dal 2010 al 2016). Dal 26 al 30 settembre 2017 gli ospiti del ristorante, riconosciuto tra i primi quindici migliori d’Italia, potranno consumare le meravigliose creazioni della cucina gourmet in un’atmosfera impreziosita dall’illuminazione dalle lussuose lampade, in marmo Statuarietto, in marmo Paonazzetto e in marmo Calacatta.

NATURALUCE, della linea Marmaros (nome greco antico da cui nasce la parola marmo che significa pietra splendente) realizzate dalla designer Natascia Bascherini. Uno spettacolo di gusto che permetterà di ammirare da vicino e a contatto diretto con lo chef e la brigata, l’arte della preparazione dei piatti in un’atmosfera che coniuga la genuina ospitalità alla spettacolarizzazione del processo creativo di Casa Perbellini abbinate al luxury touch delle lampade Naturaluce. Negli stessi giorni anche l’incantevole giardino del ristorante, sempre aperto al pubblico e accessibile da passanti e turisti, diventa cornice perfetta dove ammirare le lampade di SA.GE.VAN Marmi. Naturaluce dalla forma essenziale e classica dell’abat-jour trova una nuova interpretazione nella ricchezza del materiale, nella varietà delle dimensioni e dei colori: una volta accesa la lampada illumina il marmo creando un effetto di rara bellezza, misterioso e affascinante, che trasfigura lo spazio di cui diventa protagonista.

I rivestimenti in mosaico e i piatti di design di Pietre Santafiora animeranno il Marmomacc 2017 di Verona, tra showcooking di Carlo Cracco, performance circensi e djset. Dal 27 al 30 settembre, infatti, l’azienda lapidea Toscana, espone per la prima volta al Marmomacc le ultime novità di design living e arredo, piatti e rivestimenti in mosaico in Pietra Santafiora, con uno stand fuori dagli schemi animato anche quest’anno dagli showcooking dello chef star Carlo Cracco e del suo staff, in collaborazione con Scavolini, tra djset, cocktail bar con l’esperto bartender Alessandro Di Falco e performance circensi.  Nello stand D4 nella Hall 6 si potranno così ammirare Prestige Home, la linea di rivestimenti musivi fatta di piccoli mosaici di forma geometrica in pietra Santafiora alternati, capaci di creare pareti disegnate, dal forte impatto visivo. 

Una finitura inedita pensata per il living, ideata per caratterizzare e personalizzare con ricercatezza ed eleganza gli spazi, grazie ad un’innovativa lavorazione su base lucida che esalta i colori delle tessere in mosaico in Pietra Santafiora, la pietra naturale per eccellenza che declinata nell’arredamento, riunisce bellezza, resistenza e praticità. Sempre di Prestige Home, verrà presentata in anteprima anche una parete rivestita con forme esagonali (forme ai mai utilizzate finora per pareti in pietra) in Pietra Santafiora Venata chiara e scura, con giochi di sovrapposizione in piano sega grezzo e levigato coi colori in chiaro scuro. Altra grande novità, la nuova linea di prodotti per la tavola di Pietre Santafiora “Gaddo affordable stone”, una serie di oggetti stilosi dalle linee semplici e raffinate pensati per dare calore alla tavola. Le pietre utilizzate hanno entrambe la peculiare caratteristica di mantenere le temperature, sia caldo che freddo, costanti nel tempo, ideali per presentare e contenere primi piatti, dessert e gelato.

 

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page
Movida tag: , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista esperta, anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv. Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con tgcom 24 e Cool in Milan, si occupa di programmi sociali, come quelli legati alla tutela degli adolescenti, al bullismo e al cyberbullismo, è Ufficio Stampa di www.primadelclcik.it, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *