Appuntamento da Quei Due

La Pizza resta una delle nostre eccellenze; per questo motivo ho deciso di fare un giretto tra le migliori pizzerie di Milano. Inizio a presentarvi la prima. La Pizzeria Quei Due in via Pietro Custodi 14 nasce dall’idea di Luisa Reinstadler e Franco Oriot. Qui si parla con accento franco tedesco, ma cadenza napoletana: l’ambiente è semplice, ma molto curato nei dettagli, con salette ispirate a tematiche diverse, ben quattro, compreso l’ingresso, in cui si trova la sala del forno, la cantinetta che permette anche di fare una festa/cena privata, la luminosa e romantica veranda, con vetrate che ricordano un giardino d’inverno e la sala dei 7 Nani raggiungibile da una scaletta in ferro battuto.

Uno dei pezzi forti del locale è l’impasto della pizza, tutto naturale, orchestrato da un napoletano doc, Gennaro Gagliardi, che ha scelto per la pizzeria Quei Due tutti prodotti freschi, mozzarella fior di latte proveniente da un caseificio selezionato, la migliore bufala, eccellenze del territorio, prosciutto di Parma.

La pizza è cotta nel forno a legna, che arriva direttamente da Napoli e viene servita ai tavoli stile industriale, con comode sedie in legno dipinte in colori pastello.

Alle pareti ci sono le foto di Quei Due, che altri non sono che Luisa ed il marito Francis, i genitori di Franco Oriot, che ha lasciato a Milano per vivere le sue esperienze all’estero, tra Africa, Spagna, dove ha conosciuto sua moglie, e Cuba, dove ha espresso al massimo la sua passione, la fotografia, diventando un fotografo di fama internazionale e il ritrattista ufficiale dei campioni olimpici Cubani. Rientrato in Italia, ha affiancato la madre nel ristorante in cui ogni giorno prelibati manicaretti vengono preparati con amorevole cura.

I dolci sono fatti in casa da Luisa, come la crostata con frutti di bosco freschi cotti nel forno a formare una morbida e saporosa compote; pasta di mandorle, pere e cioccolato fondente; torta di mele su pasta brisé senza uova, latte e pochissimo burro; cheesecake con composta di frutti di bosco, adagiata su una base di biscotto croccante e pistacchi interi; mousse di cioccolato bianco e lime; torta con pasta di nocciole, ganache di cioccolato fondente e fragole fresche.

Nella carta dei vini, rossi e bianchi, birre alla spina, artigianali e provenienti da antichi monasteri.

Quei Due non è solo pizzeria, ma anche ristorante a base di piatti come cinghiale, gulash, patate all’altoatesina, verdure alla griglia, risotto con salsiccia, pasta cotta al momento. Al centro del locale troneggia un bancone industriale, tutto in rame che racchiude una colonna in granito originaria del locale, tubi argentati e archi di mattoni pieni fanno da contorno ai soffitti affrescati, in un mix di antico e moderno per un luogo legato a una storia di altri tempi, in un quartiere di vecchie botteghe made in Milan, proprio di fronte al deposito ATM. Per coccolare ancor più la sua clientela, Franco e Luisa hanno anche una convenzione con dei parcheggi nelle vicinanze, in cui poter lasciare la macchina per gustarsi una serata in pieno relax.

Chiuso a pranzo e lunedì, è aperto dalle 19,30 con cucina aperta sino alle 23 – chiusura del locale alle 2 del mattino.

Chiusura estiva 15 giorni centrali di agosto.

Quei Due collabora con :

Just Eat, Foodora, Deliveroo e Bacchette e Forchette

Anche asporto

Movida tag: , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Opinionista, Conduttrice Radio e tv e Blogger. Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora, tra quotidiani, settimanali, mensili, radio, internet, tv-www.francescalovatelli.com Modera presentazioni di libri e partecipa come opinionista ad alcune trasmissioni. Attualmente collabora con tgcom 24, Il Giornale, il settimanale Nuovo e Cool in Milan, si occupa di programmi sociali, come quelli legati alla tutela degli adolescenti, al bullismo e al cyberbullismo, è Ufficio Stampa di www.primadelclcik.it, svolge attività di ufficio stampa per famosi brand del settore food e vitivinicolo, noti ristoranti, locali fashion, personaggi del mondo della tv, è impegnata su cause e programmi sociali, come primadelclick.it, grandi chef, scrittori. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale, diventa collaboratrice de La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, di Panorama-Periscopio, Libero, Il Tempo, con una rubrica e una collaborazione come corrispondente per le sfilate milanesi,TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style due rubriche, così come Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore e direttore di testate, collabora anche con molte radio, da 101 a Radio Lombardia, passando per 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione non succede nulla di diverso: da Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, ad Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, alla Rai, con Corrado Tedeschi, a Matchmusic, solo per citarne alcune, così come Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv come opinionista, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting. Modera presentazioni di libri ed eventi, partecipa a programmi tv come opinionista, realizza, come giornalista in video, servizi e interviste. Insomma, il suo percorso da giornalista è a tutto tondo, caso più unico che raro nel panorama italiano. Negli ultimi anni ha anche curato, come Ufficio Stampa, numerosi brand in fase di lancio o gia’ noti, si è occupata di strutture turistiche, organizzato mostre per giovani artisti, press preview per concept store dedicati al food, ristoranti e locali alla moda, o design, personaggi, societa' di comunicazione,grandi eventi. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

2 risposte a “Appuntamento da Quei Due

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *