Alexandra Stan in esclusiva per Movida

foto www.web-spot.it

Alexandra Stan, come sapete, sara’ al Fellini di Pogliano Milanese Sabato 5 novembre, con 45 minuti di performance accompagnata dal sassofonista. L’abbiamo intervistata, in esclusiva, per Movida.tgcom.it, prima del suo arrivo in Italia.

Alexandra, quale è il tuo concetto di seduzione?

“Penso che il linguaggio del corpo e lo stile nel flirtare siano i modi piu’ attraenti se si vuole sedurre qualcuno. Per quanto mi riguarda, io sono giocosa e naturale quando voglio avvicinare qualcuno che mi piace”.
Per avere un grande successo è necessario essere belli o è sufficiente una bella voce?
“In primo luogo è necessario avere talento, perché una voce può essere migliorata grazie al sacrificio e al duro lavoro, in secondo luogo è molto importante avere qualcuno che si fida di voi. Personalmente non avrei avuto successo senza il sostegno della mia famiglia e della mia squadra. Nella musica tutto ciò che conta è il messaggio che si invia e il modo in cui la musica fa sentire le persone”.
Ti piace il mondo della moda italiana? Continua a leggere

Gioco e musica con Mr Saxobeat

alexandra stan-foto www.web-spot.it

Giovedi 3 novembre a Milano, in piazza Diaz 7, nella sala Sisal Wincity, verrà celebrato, con l’evento Lamborghini, Giorgio Sanna (Campione Italiano GTCUP con Lamborghini sponsored by SisalMP), con un aperitivo dalle 19,30 alle 21,30, giocando, bevendo e ascoltando musica-info 347-7131261 Noir club restaurant di Monza, in via Davide Guarenti 17, invece, Venerdì 04 novembre presenta una serata dedicata alle storia della House Music, in consolle Ricky Montanari, uno dei massimi esponenti della house “made in Riccione”, che tra la fine degli anni ottanta e l’ inizio degli anni novanta ha indicato prima di chiunque altro la via maestra agli appassionati di categoria. Il party di venerdì si chiama “Strada per Gradara”, palese omaggio alle indicazioni stradali necessarie per arrivare al Club dei 99, uno dei primissimi ritrovi per gli amanti della House Music, parti attive di un fenomeno che ancora non sapeva di essere tale ma lo stava inesorabilmente diventando. La storia professionale e musicale di Ricky Montanari inizia a meta’ degli anni ‘ottanta, con l’ esordio a fianco del vecchio amico Cirillo all’ Insomnia di Cattolica. Subito dopo e’ al Peter Pan di Riccione, dove inizia a farsi notare dagli addetti ai lavori. Il suo noviziato coincide con l’esplosione anche in Italia del’ house music, ed e’ proprio in quel periodo che Ricky muove alla volta della capitale della musica, Londra, da dove importa direttamente le piu’ ricercate produzioni introvabili sul mercato italiano, facendo conoscere, anche al pubblico italiano, sonorita’ assolutamente nuove, con rivisitazioni moderne della vecchia funky e della musica nera. Continua a leggere