Il cenacolo di Artom versione summer

carlo parodi, arturo artom, enrico bartolino

Il Cenacolo di Arturo Artom si è riunito nella sua tradizionale versione estiva nel Gazebo del Bulgari Hotel a Milano. All’interno della magica dining room adiacente al giardino botanico di Brera, Enrico Bertolino ha ripercorso con emozione la sua vita iniziata nel quartiere Isola, continuata come bancario e formatore per poi decollare con Zelig. Luigi De Siervo ha raccontato come una carriera da avvocato d’affari si sia trasformata in manageriale prima in Rai fino a guidare il sindacato dei dirigenti, poi in Infrobt a valorizzare i diritti sportivi ed infine come Ad della Lega Calcio per fa evolvere l’offerta sempre più in entertainment. Giovanni Audiffredi, direttore di Gq, ha ripercorso una fantastica esperienza giornalistica iniziata all’Unità seguendo le storiche battaglie delle tute blu. Patrizia Rutigliano, responsabile della comunicazione e delle relazioni istituzionali di Snam, ha ricordato gli anni in Fastweb ed al Comune di Milano dove sono state gettate le basi per lo straordinario sviluppo della città e Cristiana Schieppati del successo di Chi è chi. Continua a leggere

Arturo Artom e il suo Cenacolo

Edizione speciale del Cenacolo di Arturo Artom ospitata da Francesco Micheli. È stata la serata delle grandi sorprese: la prima dopo che gli ospiti si erano accomodati nella sala dell’Ermellino ed avevano già ascoltato lo chef Davide Oldani ripercorrere la sua straordinaria carriera. Da una porta secondaria sono entrati in sala, tra lo stupore generale, Andrea e Veronica Bocelli, accolti da un ovazione  E qui è iniziato l’happening, prima con i ricordi sugli inizi, poi del rapporto con Luciano Pavarotti e della consacrazione in America, poi con la moglie Veronica che ha illustrato le attività benefiche dell’Andrea Bocelli Foundation ed infine con Mario Lavezzi che ha regalato insieme ad Andrea un coro generale sulle note de “Il mio canto libero” di Battisti. Continua a leggere