Milano Pride 2022

Milano si tinge di arcobaleno e chiede diritti per tutti, garanzia di democrazia e libertà.  Al via il calendario della Pride Week con iniziative diffuse su tutta la città, con poi delle ricche Pride Square previste per il 30 giugno e 1 luglio in Porta Venezia: dibattiti, talk, arte e cultura. Un focus sui 50 anni dalla manifestazione di Sanremo ’72, ma anche diritti internazionali, salute e  momenti per i più piccoli. Il 2 luglio una nuova parata porterà i colori della comunità LGBTQIA+ per le strade per arrivare in Arco della Pace, dove ci sarà il grande evento finale, che quest’anno raddoppia fino a mezzanotte.

Il Milano Pride è organizzato dal CIG Arcigay Milano in collaborazione con le associazioni del Coordinamento Arcobaleno, il coordinamento delle associazioni LGBT+ di Milano e Città Metropolitana.

GLI EVENTI: FOCUS SU DIRITTI, STORIA DEL MOVIMENTO, ATTIVISMO OLTRE A ARTE, CULTURA E TEATRO

E’ iniziata ieri la Pride Week, ormai in realtà ben più di un’unica settimana grazie alla ricchezza delle iniziative presenti: a partire dal Mix Festival, il festival di cinema LGBTQ+ e cultura queer, giunto alla sua 36° edizione, innumerevoli appuntamenti compaiono nel calendario arcobaleno della città.

Culmine della formula festival del Milano Pride saranno le Pride Square, il 30 giugno e 1 luglio, in tre piazze nel quartiere di Porta Venezia:talk, dibattiti, arte e cultura, oltre che momenti dedicati alle famiglie e ai più piccini. In più un presidio sulla salute e la prevenzione.

In largo Bellintani infatti si terrà la Pride Square dedicata alla salute: test HIV e sifilide, rapidi e gratuiti, oltre che infopoint sul benessere sessuale, grazie al Milano Checkpoint. Piazzale Lavater e Piazza Santa Francesca Romanasaranno dedicate a incontri, dibattiti e presentazioni, oltre a momenti artistici. Per tutti gli eventi sarà disponibile l’interpretariato in LIS.

Tra gli eventi delle Pride Square che si terranno:

MySecretCase, la community più attiva in Italia per la liberazione sessuale, fondata su valori di educazione, inclusività e informazione accessibile a tutti e il primoshop online italiano dedicato al piacere, sfilerà per le vie di Milano in occasione del Pride 2022, parteciperà alla storica manifestazione su un carro iconico che vedrà protagonista l’opera dell’artista Stefano Ogliari Badessi: tre orsetti arcobaleno e genderless, che diventeranno le mascotte iconiche per dire noad ogni forma di discriminazione e pregiudizio, affinché la sessualità e il piacere diventino realmenteun diritto di tutti. Durante la sfilata la drag queen Regina Miami e l’artista-comico dall’immagine androgina e sempre fluida Andrea Piccirillo, condurranno la parata insieme al team, coinvolgendo la community, attraverso domande, dibattiti e regalando gadget “da urlo”. Per colorare il carro a ritmo di musica, tre cantanti emergenti: Beatrice Quinto, Alessia Labate, e Giulia Illari (in arte Giuliettacome). La programmazione del Pride sarà accompagnata, inoltre, attraverso i social per coinvolgere anche gli utenti online in tutta italia, durante la manifestazione e renderli, ancora una volta, protagonisti di un dibattito che non può essere più rimandato: quello sui diritti. Infatti, tra i temi che verranno affrontati – per tutto il mese di giugno – attraverso video e stories sul canale IG di @MySecretCase, a cui seguirà un dibattito aperto con la community insieme all’Avvocata Cathy La Torre (Avvocathy) sul tema dei diritti lgbtqia+. MySecretCase collaborerà anche con Stephanie Glitter, make-up artist e punto di riferimento della community arcobaleno, per affrontare insieme la tematica del coming out.

In occasione del Pride, l’azienda ha, inoltre, stretto una collaborazione esclusiva con Yoox,il manifesto su cui si basa questa partnership è scritto su una T-shirt bianca che recita: “The world has bigger problems than people LIKING, KISSING, TOUCHING, LOVING, FUCKING, MARRYING people”: uno statement da portare scritto addosso con orgoglio, nel mese del Pride e oltre.

Tra gli appuntamenti imperdibili ci sarà anche l’Orgasmeria, la waffle bakery online e itinerante nata per celebrare l’eterno sodalizio tra eros e gusto: oltre ad assaporare golosissimi dolci, il 1 lugliodalle ore 18:30, la community avrà la possibilità di incontrare il team di MySecretCase al Bar Blanco, cocktail bar affacciato sull’alberata Piazzale Lavater in Porta Venezia e storico luogo di riferimento per la community queer milanese.

La partecipazione al Pride rappresenta, inoltre, l’ulteriore tappa di un percorso che vede MySecretCase impegnata, da anni, sui temi della diversity & inclusion: l’azienda ha infatti recentemente chiuso una partnership con AccessiWay per rendere il proprio sito web ancora più accessibile alle persone con disabilità,  coinvolgendo tutti gli utenti sul tema del diritto alla sessualità delle persone disabili, spesso liquidato dalle istituzioni e da molti media con la retorica dell’abilismo.

Venerdì 1 luglio-ore 18:30-23:00 –Orgasmeria di MySecretCase-Bar Blanco, Porta Venezia, Sabato 2 luglio-Carro MySecretCase – Milano Pride 2022-Stazione Centrale – Arco della Pace

I Diritti LGBT+ oltre la cortina di ferro

1 luglio, 19:25 – piazza Santa Francesca Romana

Un focus sullo stato dei diritti, ma anche sull’attivismo e il lavoro delle associazioni, nei paesi dell’ex blocco sovietico: quali le difficoltà e le sfide? Con Olena Shevchenko (Insight, Ucraina); Giorgi Tabagari, (Tiblisi Pirde, Giorgia), Aleksandr Voronov, (associazione Coming Out,Russia). Moderano Yuri Guaiana di AllOut e Roberto Muzzetta di Arcigay.

Due eventi con Le Radici dell’Orgoglio: la prima volta FUORI! e un confronto fra attivist* sull’evoluzione del movimento

30 giugno, ore 17:00 – piazzale Lavater

1 luglio, ore 18:25 – piazza Santa Francesca Romana

Il 30 giugno Giorgio Bozzo, autore del podcast Le Radici dell’Orgoglio, intervista Riccardo Rosso, uno dei partecipanti alla prima manifestazione pubblica del movimento LGBTQIA+ italiano, che si tenne il 5 aprile 1972 a Sanremo. Il giorno dopo proseguiremo con la  scoperta di alcune figure centrali nelle varie decadi dagli anni ’70 e riflettiamo su come è cambiata la comunità, i suoi obiettivi, mettendo a confronto l’attivismo negli anni.

 I am beautiful in my way: cantiamo l’orgoglio di essere noi stess*

30 giugno, ore 19:00 – piazzale Lavater

Checcoro, il primo coro LGBT+ di Milano, torna con il suo ormai tradizionale concerto: attraverso il linguaggio universale della musica comunichiamo e creiamo una società multiforme, aperta e inclusiva.

 La sessualità dei corpi “non conformi”

1 luglio, ore 17:25 – piazza Santa Francesca Romana

Un interessante dialogo a più voci sul tema della sessualità e di come viene vissuta e esperita da chi ha un corpo ritenuto “diverso”: parleremo di persone transgender, persone grasse e persone disabili. Quali i temi politici di questo aspetto? Con Elisa Manici (autrice e attivista sul tema della grassofobia), Elisa Ruscio (divulgatrice transgender), Riccardo Onorato (content creato body positive) e Andrey Chaykin (Disability Pride)

 Diamo all’Italia una legge contro l’omo-lesbo-bi-trans-a-fobia

1 luglio, ore 21:25 – piazza Santa Francesca Romana

Come si prospetta il futuro di una legge contro i reati d’odio? Quali sono le sfide, le difficoltà o i punti di forza? Affrontano il tema le Senatrici Simona Malpezzi e Alessandra Majorino.

 Lettura di fiabe con drag queen – per grandi e piccini

1 luglio, ore 16:00 – piazzale Lavater

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento dedicato ai bambini e alle loro famiglie. Con l’ironia che la contraddistingue, La Wanda Gastrica intratterrà il suo pubblico in erba con una lettura di racconti, dando nuovo colore a personaggi tramandati da generazioni.

 Famiglie Arcobaleno: l’Europa chiama l’Italia!

30 giugno, ore 20:25 – piazza Santa Francesca Romana

Partendo dall’Italia, si metterà l’accento sui limiti delle unioni civili e le differenze con il resto dei Paesi europei, approfondendo poi l’ambito dei diritti delle famiglie omogenitoriali e soprattutto dei bambini.

 Una nuova scuola: strumenti di contrasto al (cyber)bullismo LGBT+

30 giugno, ore 22:25 – piazza Santa Francesca Romana

Partendo da una riflessione su come vengono trattate e percepite le differenze in ambiti scolastici e giovanili, allargheremo lo sguardo su come si possa sviluppare un presente che sia inclusivo e aperto, in cui i ragazzi possano crescere serenamente e con una piena consapevolezza di sé. Con il Gruppo Scuola del CIG Arcigay Milano, Virginia Dascanio di Rete Lenford e il contributo di Blue Phelix.

Libreria Antigone: due presentazioni di libri in dialogo con gli autori

30 giugno, ore 19:45 – piazzale Lavater

1 luglio, ore 17:00 – piazzale Lavater

Due momenti dedicati ai libri e all’approfondimento, con un dialogo con gli autori. Il 30 giugno parleremo di “Cospirazioni Queer, antispeciste e internazionali” con l’autore Marco Reggio e Hanay Taja del Gruppo Ippolita. L’1 luglio invece presenteremo “Barba. Storia di come sono nato due volte”, insieme all’autore Alec Trenta. Conduce Mauro Muscio della Libreria Antigone.

 Italia in campo contro l’omofobia

1 luglio, ore 22:25 – piazza Santa Francesca Romana

Arcigay Sport e Pride Sport Milano, l’associazione che riunisce tutti i gruppi sportivi LGBTQIA+ della città, parlano di omofobia nello sport ma anche di storie virtuose. Vengono infatti consegnati gli awards per persone e realtà che si sono distinte come LGBTQIA+ friendly.

 D&I nel turismo, in Italia e nel Mondo

1 luglio, ore 18:00 – piazzale Lavater

Che cos’è la D&I e qual è la situazione in Italia? Un focus sul mondo del turismo in vista anche della convention internazionale del turismo LGBT+ che si terrà a Milano nell’ottobre 2022. Saranno presenti Igor Suran (Parks, Liberi e Uguali) e Giovanna Ceccherini (AITGL – Ente Nazionale Turismo LGBTQ)

Tutti gli eventi saranno presto visionabili sul sito del Milano Pride e i suoi canali social.

2 LUGLIO: LA PARATA E UN GRANDE EVENTO FINALE, CHE QUEST’ANNO RADDOPPIA

 Sabato 2 luglio torna la parata, la manifestazione che farà esplodere di colori le vie di Milano,  quest’anno con un percorso nuovo che abbraccia la città.

Il concentramento sarà in via Vittor Pisani, davanti a Piazza Duca d’Aostadi fronte alla Stazione Centrale. La testa del corteo partirà da piazza Repubblica alle 15:00 per continuare lungo viale Monte Santo, i Bastioni di Porta Nuova, piazza XXV Aprile, i Bastioni di Porta Volta e viale Elvezia, fino a giungere di fronte all’Arena: qui la parata a piedi attraverserà il parco per giungere poi in Arco della Pace.

Proprio in Arco della Pace dalle 18:00 avrà inizio il grande evento finale, quest’anno più lungo per permettere alla comunità arcobaleno e a tutta la città di godere a pieno del momento conclusivo della manifestazione: ci saranno le rivendicazioni delle associazioni LGBTQIA+ e dei loro ospiti, i saluti delle istituzioni, oltre che momenti di entertainment e musica che farà danzare i partecipanti fino a mezzanotte.

Presenteranno questa edizione due team di conduttori: prima Katia Follesa, Valeria Graci e Pietro Turano, e a seguire Michela Giraud e Pierluca Mariti.

Fra gli artisti sono attesi:Baby K, Francesca Michielin, Michele Bravi, Emma Muscat, M¥SS KETA, Immanuel Casto, le Karma B, Romina Falconi, Debora Villa e le drag di Drag Race Italia.

È previsto per la prima volta anche una premiazione simbolica per la realtà che avrà allestito il carro considerato più eco-friendly: i temi dell’ambiente sono in prima fila nella mente degli organizzatori, che incentiva i partecipanti a sfilare tenendo conto dei diritti del pianeta.

Durante l’evento sarà presente il servizio di interpretariato in LIS.

Tutto l’evento sarà inoltre fruibile in streaming sul canale YouTube del Milano Pride grazie alla collaborazione con Fastweb.

IL  MESSAGGIO: DIRITTI SENZA CONFLITTI

“I diritti degli uomini devono essere di tutti gli uomini, proprio di tutti, sennò chiamateli privilegidisse Gino Strada, fondatore di Emergency.Diritti senza conflitti è il titolo del documento politico del Milano Pride 2022. “Vogliamo una società di Pace, Democrazia e Diritti” Questa la vera missione. “Una società dove le risorse intellettuali, morali, economiche, il pensiero collettivo, la progettualità politica, l’educazione sono finalizzati alla costruzione del bene comune, al superamento dei conflitti, al progresso morale e materiale, senza alcuna distinzione e discriminazione.Quando anche una sola persona è privata della dignità, dell’integrità fisica e psicologica, dell’equo accesso all’istruzione, alla casa e al lavoro, a causa della propria identità di genere, orientamento sessuale, origine, religione o qualsiasi altra ragione, l’intera società è fragile, esposta al conflitto e ingiusta.”

Una riflessione sul tema della guerra viene vista come doverosa in questa edizione, così come la solidarietà alla resistenza del popolo ucraino – formata anche da attivisti LGBTQIA+ – contro la guerra di conquista mossa dalla Russia.

IL RAINBOW SOCIAL FUND

È proprio nell’ottica della solidarietà che si muove il Rainbow Social Fund, il fondo dedicato ai progetti sociali e iniziative culturali, dedicato a chi necessita supporto, dentro e fuori la comunità LGBTQIA+.

Il Milano Pride è infatti anche un’importante occasione di raccolta fondi: nato grazie ai proventi del Pride al netto dei costi vivi nel 2020, oggi il Rainbow Social Fund si alimenta anche di altri contributi ricevuti durante l’anno – al fine di creare valore aggiunto per la società che ci circonda e fornire un appoggio reale a chi ne ha più bisogno: azioni concrete che dimostrano l’animo aperto e inclusivo della città di Milano.

 

Movida tag: ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *