Fernando Proce e la serata ad Assago; scatta la polemica

FERNANDO PROCE

Fernando Proce polemizza con l’ufficio stampa di Assago; è successo proprio stasera.

Proce, sul palco con la cantante Regina non si è trattenuto nell’esprimere la sua opinione, a causa della locandina sbagliata che promuoveva, tra le varie cose, la Banda di 101 e non il Proce Radio Show;“la locandina di promozione della serata era veramente squallida, ma la voglia di fare musica è superiore, lo sapete”-ha sottolineato in diretta Proce, che, per partecipare a questa serata, accontentare il pubblico e rispettare gli impegni presi, ha addirittura rinunciato una sua partecipazione a Marrakesch-“mi fa specie che proprio ad Assago, dove ritorniamo per la terza volta, si faccia confusione ho visto locandina squallida, non avevo neppure voglia di fare la serata.

Ci vuole poco! Ho letto che avrebbe dovuto esserci la banda, Iachetti, cose sbagliate e comunicate!

Vorrei dire agli uffici stampa che ci vuole un po’ di attenzione in più e si comunica meglio.

Scusate ma dovevo proprio dirlo!”

Come reagirà il Comune di Assago di fronte alle lamentele di un personaggio così noto e così amato dal pubblico come Proce?

ECCO LA RISPOSTA DEL COMUNE DI ASSAGO

“L’ufficio stampa del Comune di Assago risponde alle inopportune esternazioni  del sig. Proce inerenti al testo indicato nella locandina della Sagra di fine estate, dichiarando che quanto scritto è stato indicato direttamente via mail dall’organizzatore dell’evento, pertanto la scritta erronea “Banda di radio 101” non è assolutamente imputabile all’ufficio stampa del Comune di Assago. 

Ci teniamo inoltre a sottolineare che gli infelici attacchi, fatti prima sul palco e poi a mezzo stampa, rivolti con arroganza e superbia ai professionisti che hanno alacremente lavorato per la riuscita dell’evento, non solo non trovano riscontro ma sono ingiustificabili e totalmente fuori luogo.

Vorrei dire agli uffici stampa che ci vuole un po’ di attenzione in più e si comunica meglio. Scusate ma dovevo proprio dirlo!” Concludiamo commentando questa frase che chiude lo sfogo a mezzo stampa del sig. Proce, sottolineando che “Con un po’ più di educazione e attenzione avrebbe evitato questa triste e ingiustificabile parentesi, e… scusate ma anche noi dovevano proprio dirlo!”

 
Movida tag: , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

2 risposte a “Fernando Proce e la serata ad Assago; scatta la polemica

  1. L’ufficio stampa del Comune di Assago risponde alle “inopportune” esternazioni del sig. Proce inerenti al testo indicato nella locandina della Sagra di fine estate, dichiarando che quanto scritto è stato indicato direttamente via mail dall’organizzatore dell’evento, pertanto la scritta erronea “Banda di radio 101” non è assolutamente imputabile all’ufficio stampa del Comune di Assago.
    Ci teniamo inoltre a sottolineare che gli infelici attacchi, fatti prima sul palco e poi a mezzo stampa, rivolti con arroganza e superbia ai professionisti che hanno alacremente lavorato per la riuscita dell’evento, non solo non trovano riscontro ma sono ingiustificabili e totalmente fuori luogo.
    “Vorrei dire agli uffici stampa che ci vuole un po’ di attenzione in più e si comunica meglio. Scusate ma dovevo proprio dirlo!” Concludiamo commentando questa frase che chiude lo sfogo a mezzo stampa del sig. Proce, sottolineando che “Con un po’ più di educazione e attenzione avrebbe evitato questa triste e ingiustificabile parentesi, e… scusate ma anche noi dovevano proprio dirlo!”

    Ufficio Stampa Comune di Assago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *