L’acqua Vincitrice Mondiale al Global World Drink Award

Si chiama IMBABY ed è un’acqua con un residuo fisso bassissimo, 22 mg nella confezione e non alla fonte così come specificato da altri  e PH bilanciato di 7.55.

Appena ha ricevuto il Primo premio al Global Water Drink Awards,  ha subito fatto scalpore, riscuotendo da subito enorme successo ed ha invogliato le mamme a prestare maggiore attenzione a ciò che viene dato ai propri figli.

Sappiamo tutti che il corpo umano è composto dal 75% di Acqua.

Creata è studiata nei minimi dettagli dal noto imprenditore e creatore di Brand, Giovanni Bianco per Una Sana Crescita dei nostri bambini, IMBABY è certificata per età pediatrica da 0 a 13 anni ed è in confezione tetrapack con  tappo prodotto da materiale derivante dalla canna da zucchero.

L’acqua ha come testimonial un simpatico orsetto che oltre a identificare l’azienda, grazie alla sua forma invoglia i bambini solitamente refrattari a bere di più .

L’idea di Bianco nasce dalla sua volontà di genitore di bambini in età pediatrica; “vorrei per loro un mondo in cui ci sia meno plastica che resta una delle principali cause di inquinamento ambientale del pianeta”-dice l’imprenditore-“per questo usiamo materiali come la melamina, il silicone o la confezione dell’acqua in tetrapak con film protettivo all’interno per evitare gli sbalzi di temperatura dell’acqua mantenendo intatte le caratteristiche organolettiche della stessa e il tappo viene realizzato con materiali derivati dalla canna da zucchero che rendono il prodotto finale assolutamente eco-sostenibile.

L’acqua in confezione Tetra Pak è la nuova frontiera dell’acqua da passeggio ed è statacreata per eliminare tutte le molteplici problematiche legate all’utilizzo delle bottiglie di vetro e plastica.

Sì, perché il vetro è un materiale troppo fragile e pericoloso”-aggiunge Bianco-“si rompe facilmente e può provocare ferite anche gravi a noi e ai nostri figli, è pesante, ingombrante.

La bottiglia di vetro, poi, una volta aperta non può essere richiusa. Invece, la confezione in Tetra Pak è leggera, resistente agli urti, maneggevole e facilmente trasportabile; può essere agevolmente messa in borsa e, soprattutto, può essere richiusa in totale sicurezza”.

Indicata per l’allattamento e l’alimentazione dei neonati, questa acqua è perfetta per una dieta povera di sodio, adatta per il consumo di tutti i giorni, microfiltrata, purificata, remineralizzata, imbottigliata in ambiente completamente asettico ed ha un film di alluminio a protezione del liquido.

La plastica resta una delle principali cause di inquinamento ambientale del pianeta e anche una potenziale grande minaccia per la salute; “esposta ad alte temperature può rilasciare nell’acqua numerosi agenti nocivi per l’organismo dei nostri figli ed immette nell’atmosfera elevate quantità di anidride carbonica che provocano il fenomeno del cambiamento climatico della terra”-continua Bianco-“per questi motivi, tutte le più importanti organizzazioni mondiali e quasi tutti i governi per tutelare la salute dei nostri figli e la nostra stanno utilizzando un programma che ha lo scopo di limitare ed evitare l’utilizzo della plastica per le bottiglie di acqua che si chiama progetto plastic free ed al quale hanno già aderito le più importanti aziende del mondo. Anche noi abbiamo aderito a questo bellissimo ed innovativo progetto creando questa confezione che è intelligente, rispettosa della salute umana e dell’ambiente per diffondere nel mondo il modello culturale dell’acqua in tetrapak che è eco-compatibile, completamente riciclabile e ad alto contenuto di materia vegetale. Ben oltre il 70%”.

E i pezzi come sono, dato il periodo di rincari continui?

“Nonostante l’altissima qualità dei nostri prodotti, abbiamo mantenuto i prezzi quanto più contenuti possibile comprendendo bene la difficile situazione economica di questi tempi e cercando così, di aiutare il più possibile le famiglie con un prezzo di 0,50/0,60 cent. per brick”.

Comprando quest’acqua, infine, sarà possibile partecipare al progetto “Pozos sin Fronteras”che ha come scopo quello di costruire dei pozzi artesiani nelle zone più povere e problematiche del mondo, un traguardo necessario per Bianco.

si ringrazia IMBABY e Giovanni Bianco per la concessione delle immagini

Movida tag: , , , , , , , , , , ,

Informazioni su Lovatelli Caetani

Giornalista, Luxury Consultant, Opinionista e Blogger, caratterizzata dal Green Think e dal suo impegno in www.greenandglam.it e nella riscrittura della realtà dell'arte con www.rewriters.it.E' una delle "firme" più autorevoli sui temi delle dimore d'epoca e patrimoni familiari storici. Si avvale del suo contributo professionale Assocastelli (associazione che rappresenta i più importanti gestori e proprietari di dimore storiche italiane impiegate anche per attività socio-culturali). Anticipa, o, talvolta, crea tendenze e le lancia sulle testate con le quali collabora. Modera presentazioni di libri. Collabora con tgcom 24, il settimanale Nuovo e altre testate, si occupa di programmi sociali, come www.primadelclick.it- svolge attività di ufficio stampa. Un passato da modella, lavoro accantonato per dedicarsi allo sport e allo studio, dopo il diploma di Liceo Classico, quello di Copy Writer all’International College of Design, così come quello di Fitness Instructor conseguito all’Ospedale Sacco di Milano, si dedica alla sua passione, la scrittura e affronta ogni nuova sfida con serietà, iscrivendosi anche a corsi di dizione, di teatro e recitazione, al CTA di Milano-repertorio di Marguerite Yourcenar-per offrire sempre il massimo della professionalità, anche nella conduzione tv. Si Laurea In Scienze Politiche, Storia dei Trattati e Diritto Internazionale, con una Tesi dedicata alla Politica Estera Vaticana e al Libano come centro geopolitico internazionale. Ha collaborato con La Prealpina di Varese,La Notte, il Giornale, Panorama, Libero, Il Tempo, TgCom 24 le assegna un suo blog, For Men e Natural Style, Cronaca Qui. Collabora anche con riviste dedicate al fitness, alcune riviste le assegnano l'incarico di caporedattore di testate, collabora anche con molte radio, 101, Radio Lombardia, 105 Classics, M2O, Radio Rai Uno e Radio Rai Due, dove è iniziata la sua formazione radiofonica, con autori storici della Rai, come Lillo Perri e Mila Vajani. Per la televisione: Telelombardia, dove Daniele Vimercati le insegna a fare giornalismo tv a 360 gradi, Antenna 3, dove è stata autrice e conduttrice, Rai, con Corrado Tedeschi, Matchmusic, Play tv, Fun tv, Odeon, Vero tv, Discovery Channel, dove è stata selezionata come esperta di tendenze. Ha vinto il Premio Cortina Press e il Premio News Cup destinato ai personaggi che si sono distinti per capacità di comunicazione, scrittura e arte e pubblicato un libro sullo stadio Giuseppe Meazza, un progetto dell’Assessorato allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, per il quale ha ideato la Prima Notte dello Sport, allestendo un ring in corso Como, con atleti e appassionati. Ha tenuto al Polimoda di Firenze alcune lezioni di trendsetting e collabora con IULM per il Master in Comunicazione in Beauty e Wellness. Francesca nasce in una famiglia che annovera tra i suoi avi, Papi, Cardinali, una donna Accademica dei Lincei, la sua trisnonna, ma per lei le vicende delle famiglie aristocratiche sono interessanti dal punto di vista delle figure che hanno contribuito a livello di cultura, arte, in veste di benefattori, come fisiognomica dei volti e come tradizione, perché la vera nobiltà è quella dell'anima.

2 risposte a “L’acqua Vincitrice Mondiale al Global World Drink Award

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *